La UEFA ha comunicato le cifre sulla distribuzione dei ricavi per i club che parteciperanno alla Champions League 2018/19 e i premi di solidarietà per i turni di qualificazione. I ricavi commerciali lordi delle tre principali coppe europee (Champions League, Europa League e Supercoppa Europea UEFA 2018) sono stimati in circa 3,25 miliardi di euro: 295 milioni saranno dedotti per i costi organizzativi, mentre 227,5 milioni saranno destinati ai premi di solidarietà. Dei 2,73 miliardi di euro rimanenti, il 6,5% sarà destinato al calcio europeo e rimarrà nelle casse UEFA, mentre l’altro 93,5% sarà distribuito tra le squadre partecipanti. Quindi Juventus, Napoli, Roma e Inter riceveranno 15,25 milioni di euro come premio di partecipazione, al quale andranno sommati 2,7 milioni di euro per ogni vittoria ottenuta nei primi sei incontri e 900mila euro bonus per ogni pareggio. Le 16 squadre che si qualificheranno per gli ottavi di finale incasseranno altri 9,5 milioni di euro, ai quali si sommano 10,5 milioni in caso di arrivo ai quarti e 12 con il passaggio in semifinale. Le due finaliste guadagneranno 15 milioni di euro al quale andranno sommati 4 milioni per ia squadra che vincerà il trofeo. La novità di quest’anno è l’introduzione del ranking per coefficienti, stilato in base alle prestazioni degli ultimi dieci anni: prevede punti bonus per aver vinto la Champions League/Coppa dei Campioni, l’Europa League/Coppa UEFA e la Coppa delle Coppe. In tutto saranno redistribuiti altri 585 milioni di euro. Infine ci sono i diritti televivi, pari a 292 milioni di euro distribuito secondo il valore proporzionale di ogni mercato televisivo rappresentato dai club partecipanti alla Champions League.